esercizi per gli adduttori

Se anche tu ti alleni, magari insieme ad un personal trainer, per ottenere un interno coscia sodo ed esteticamente bello dovresti sapere alcune cose su questa zona del tuo corpo prima di cominciare a fare esercizi.

Esercizi per adduttori: come agiscono i muscoli e perchè

Ben cinque muscoli (grande adduttore, adduttore lungo, adduttore breve, gracile e pettineo) partecipano a formare questa parte della coscia e tutti, con alcune funzioni minori, partecipano all’adduzione della coscia, cioè con la loro contrazione mantengono l’arto inferiore vicino all’asse centrale del corpo. In soldoni ti impediscono di fare la spaccata (a meno che tu non faccia tanto duro allenamento specifico).

Capirai bene che data la loro conformazione lavorano per aiutare il meccanismo del passo. Mantengono infatti la coscia su una traiettoria corretta che le impedisca di allontanarsi troppo dal corpo. Sono quindi muscoli rivolti principalmente al controllo e alla stabilizzazione dell’anca e hanno poco di dinamico e attivo. La loro stessa struttura è collegata e in continuità con gli addominali, anche loro muscoli stabilizzatori.

Da qui nascono alcune riflessioni sugli esercizi per gli adduttori che normalmente vediamo praticare: 

  • ha valore l’allenamento che ti porta a far compiere ampi movimenti a partire da una quasi spaccata frontale? Esiste forse in natura un gesto simile conosciuto che pratichi nella tua quotidianità?
  • la funzione di stabilizzazione sia dell’anca che del ginocchio non rischia di essere compromessa da un’attivazione incoerente?
  • la diffusione di disturbi come la pubalgia non può essere alimentata anche da questi movimenti?
  • se questa zona muscolare lavora in sinergia con il resto della coscia, dei glutei e degli addominali, perché usare esercizi che isolano l’interno coscia?

Esercizi per adduttori: quali conviene fare?

Tutto quindi ti porta a capire che fare esercizi per gli adduttori e migliorare l’estetica dell’interno coscia vuol dire allenarsi con movimenti che facciamo da migliaia di anni e che coinvolgano grandi masse muscolari come ad esempio:

Guarda caso tutti esercizi in cui gli adduttori partecipano a grandi catene muscolari con più articolazioni coinvolte.

Quindi per avere una coscia snella e soda serve uscire da un ragionamento di allenamento mirato e localizzato e guardare ai movimenti più funzionali che attivano i muscoli secondo il modello per cui Madre Natura li ha creati e li ha fatti evolvere.

(Photo by rawpixel on Unsplash)

Allenati con me a casa tua oppure online

Allenati con me a casa tua oppure online