indolenzimento alla schiena

Può capitare che gli impegni ti portino a guidare per molti km e non avere il giusto tempo per le pause durante il tragitto. Questo ti porta irrimediabilmente a sviluppare un indolenzimento alla schiena che rende sempre più fastidioso condurre la macchina e può rendere difficile proseguire.

La posizione che assumi infatti tende ad irrigidire soprattutto la muscolatura addominale e lombare e rischi di avere la colonna vertebrale in una posizione anomala. Fortunatamente i sedili anatomici e i supporti che ricalcano la forma della bassa schiena sono un ottimo riferimento per chi perde la postura corretta.

A questa situazione spiacevole si associa la tensione su braccia e pettorali che muovono il volante. Alcune volte si verifica una contrazione della muscolatura profonda del gluteo coinvolta nell’uso dei pedali che può irritare il nervo sciatico.

Se non hai problematiche specifiche mediche si tratta di una condizione dettata dalla postura e puoi alleviare l’indolenzimento in pochi minuti seguendo queste indicazioni:

  • accosta in un’area di sosta posteggiando correttamente
  • mettiti seduto correttamente con la schiena eretta e il sedere ben posizionato nell’angolo del sedile
  • esegui delle mobilizzazioni articolari alternando un movimento di flessione ad uno di estensione del tratto lombare. Fai tutto lentamente, senza forzare né sentire dolore per 1 minuto
  • finito il movimento scendi dall’auto e fai qualche passo rilassando i muscoli delle braccia e del collo

Indolenzimento alla schiena: i giusti accorgimenti

  • è importante che tu esegua l’esercizio in totale sicurezza, quindi ad auto ferma e in sosta in una zona sicura.
  • mobilizzare la schiena è tanto importante quanto rilassare il resto della colonna vertebrale.
  • fai attenzione anche alla mandibola. Se per la tensione o stanchezza si contrae eccessivamente può dare fastidio e togliere molta energia

Sappi che la ricerca scientifica è sempre più attenta a valutare gli esiti della posizione seduta prolungata eccessivamente e uno studio ha chiarito i danni che ne derivano. Solo in Inghilterra circa 70000 decessi all’anno sono dovuti a problematiche cardiocircolatorie, diabete di tipo2 e tumori fatte risalire allo stare troppo seduti.

Ricordati bene allora che le pause e il riposo sono fondamentali per la guida ma anche per la permanenza in ufficio o sul divano, non solo per una questione di attenzione e sicurezza ma anche per non fare instaurare posizioni anomale che col tempo possono cronicizzare in problematiche più serie.

(Photo by Pixabay.com)

Vuoi migliorare la tua postura e stare meglio?

Vuoi migliorare la tua postura e stare meglio?